Contattaci: (+39) 0736.800060

Amaro Montenegro

1885, Bologna, un giovane ragazzo di nome Stanislao trascrive la ricetta dell’amaro Montenegro, dopo essere scappato dalla sua famiglia che lo voleva vocato alla vita monastica. Con un talento innato per la  conoscenza delle erbe aromatiche, Stanislao decise di creare un prodotto senza pari, con l’intenzione di nominarlo “specialità della casa”, che non somigliasse a nessun altro già presente sul mercato e, cosa più importante, che potesse piacere a tutti. Lo chiamò Montenegro, in onore della Principessa di Montenegro, Elena Petrovich, futura Regina d’Italia. La forma voluttuosa della bottiglia fece il resto e, in breve tempo, questo amaro raggiunse un’enorme successo fino ad arrivare ai giorni nostri, in cui rappresenta un nome ormai consolidato, con 120 anni di storia alle spalle, e considerato ormai un simbolo della tradizione e dell’eccellenza italiana.

Colore cristallino e dai riflessi ramati, ha un profumo autentico e ricco di piacevoli aromi vegetali di erbe officinali dal carattere inconfondibile e unico che si palesano, in abbondanza, alla gustativa, in un assaggio saporito, bilanciato dal grande equilibrio tra le note dolci-amare che portano verso un lungo finale mentolato e balsamico, con richiami di tamarindo e mandarino amaro.

Categoria:

1885, Bologna, un giovane ragazzo di nome Stanislao trascrive la ricetta dell’amaro Montenegro, dopo essere scappato dalla sua famiglia che lo voleva vocato alla vita monastica. Con un talento innato per la  conoscenza delle erbe aromatiche, Stanislao decise di creare un prodotto senza pari, con l’intenzione di nominarlo “specialità della casa”, che non somigliasse a nessun altro già presente sul mercato e, cosa più importante, che potesse piacere a tutti. Lo chiamò Montenegro, in onore della Principessa di Montenegro, Elena Petrovich, futura Regina d’Italia. La forma voluttuosa della bottiglia fece il resto e, in breve tempo, questo amaro raggiunse un’enorme successo fino ad arrivare ai giorni nostri, in cui rappresenta un nome ormai consolidato, con 120 anni di storia alle spalle, e considerato ormai un simbolo della tradizione e dell’eccellenza italiana.

Colore cristallino e dai riflessi ramati, ha un profumo autentico e ricco di piacevoli aromi vegetali di erbe officinali dal carattere inconfondibile e unico che si palesano, in abbondanza, alla gustativa, in un assaggio saporito, bilanciato dal grande equilibrio tra le note dolci-amare che portano verso un lungo finale mentolato e balsamico, con richiami di tamarindo e mandarino amaro.